alessio il gennaio 11th, 2016

betty.boa.pressProprio cosi’ ! Un passo alla volta, miglio dopo miglio, regata dopo regata, ecco i nostri velisti venire fuori dal guscio. Guardando i risultati, o meglio i tempi reali di distacco dal primo in classifica (barca “Alizee“) nella categoria regata IRC3 , la Betty e’ passata dagli iniziali circa 12 minuti di ritardo per arrivare fino ai 3 minuti di anticipo sul traguardo.

E consideriamo che questa domenica 10 gennaio non ci sono stati ingaggi o lotte sulla linea di partenza. Una linea dove allo start della prima regata soffiava un vento sui 20 nodi da SW e una discreta ondina, e che ha visto tagliare l’ arrivo alle barche con 30 nodi e onda che aumentava. Infatti il Comitato di regata ha annullato la seconda regata. Una volta all’ ormeggio le perplessita’ a bordo erano molte: ” ragazzi o siamo primi o siamo ultimi, perche’ non abbiamo visto nessuno!!“.

Solo la pubblicazione dei tempi ha confermato un risultato cosi’ netto. Naturalmente poi le classifiche tengono conto dei coefficienti assegnati ad ogni barca e il piazzamento ufficiale e’ stato il terzo posto. Dobbiamo lavorare su questo rating che ci penalizza tantissimo dandoci un coefficiente che ci paragona a barche molto piu’ grosse e performanti: lavoro che sta svolgendo uno stazzatore per tutte le misurazioni necessarie ad aggiornare il certificato di stazza.

Una barca ingestibile, una barca definita “una macchina da guerra all’ aspetto ma non competitiva” (citazione presa da un blog ). Secondo altri una barca molto tecnica che risente tantissimo dei pesi a bordo e delle regolazioni. Capirai, derive e catamarani sono il nostro pane quotidiano, abbiamo raccolto subito questa sfida…..

Abbiamo svolto un grosso lavoro di ricerca e di consulto con esperti del settore che ci hanno portato a modificare l’ assetto iniziale sul rigging e addirittura a modificare le vele nuove sbagliate: qualche piccola ma importante modifica e’ stata fatta sulla randa e addirittura il fiocco e’ stato tagliato e ricucito. E teniamo presente che queste sono comuni vele da crociera, forse un giorno riusciamo a trovare uno sponsor per vele tecnologiche (se c’ e’ qualcuno che ci legge ed e’ interessato……siamo qui!!). Anche sull’ albero sono stati fatti controlli e regolazioni, ma adesso prima di continuare a “toccare” vediamo come procede. Intanto abbiamo finalmente una barca che stringe il vento come si deve e mantiene una buona velocita’, quando prima gli altri andavano in boa e noi andavamo a spasso perche’ la barca non stringeva. Ma quello che importa e’ che il lavoro di messa a punto della barca e quello sul team ha portato frutti. Addirittura pensavamo che eravamo noi a sbagliare tutto. E ne facciamo di sbagli, in mare c’ e’ sempre da imparare e’ vero, ma quei distacchi non ci rendevano proprio giustizia, e nemmeno alla barca…..

Certo, siamo coscienti di essere solo all’ inizio, perche’  d’ ora in avanti sara’ solo colpa nostra se qualcosa non va visto che la barca e’ ok. Pero’ sapete che c’ e’ , tanto la colpa ce la siamo sempre presa, quindi a noi che ci cambia? Ci siamo abituati. Come si dice? Le chiacchiere stanno a zero, sono i fatti che contano! E anche un bel ringraziamento per il nostro sponsor “Nautica Del Pio-Yamaha” che ha creduto in noi ed e’ stato uno stimolo in piu’ per fare sempre meglio.

A proposito di fatti, domenica il team a bordo:  Daniele al timone, Francesco alla randa, Cristina e Carlo tailers, Stefania e Mauro prodieri. Giusto riconoscimento a loro che hanno portato a casa il piu’ bel risultato da quattro anni a questa parte. E naturalmente…..non e’ finita qui!!!

giacche2015b

Condividi:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • BarraPunto
  • MySpace
  • Reddit
  • Segnalo
  • Technorati
  • Wikio IT

Un commento a “Betty a Porto S.Stefano se la batte alla grande!!”

  1. da velista, da armatore e da marinaio sono veramente orgoglioso di questo gruppo di uomini e donne che con passione, umilta’ e fiducia hanno accettato di salire in barca con noi e hanno condiviso fino ad oggi gli sforzi per migliorare, migliorare, migliorare.
    grazie, grazie, grazie. alessio