mauStrepitosa giornata all’ Argentario con un vento tra  200/220 ° sui 14 e raffiche a 23 nodi. Sulla Betty boop ingaggiatissimi i nostri: Mauro al timone, in pozzetto Andrea e Giovanni, Stefania prodiere e Alessio alla randa. Meteo quanto mai variabile, ma sempre con vento sostenuto e anche onda, compreso qualche goccia di pioggia seguito da un brillante ma ancor tiepido sole “marzolino”.

Nel tempo di attesa si ripassano I fondamentali e si prova una issata-ammainata di gennaker. Alla prima regata viene effettuata una partenza non ottima ma sempre nel gruppo, diciamo una quindicina di secondi di ritardo. La barca, di bolina, risponde nervosamente alle raffiche nonostante una mano di terzaroli e anche il fiocco parzialmente rollato (che poi si apre da solo dopo poco…), specialmente sul lato verso il largo (mure a sin). Nelle due poppe si provano varie andature senza utilizzare il gennaker e francamente non abbiamo perso piu’ di tanto rimanendo sempre in vista dei diretti avversari che vediamo tribolare parecchio sotto raffica. Infatti i distacchi si quantificano in circa 5-6 minuti dal primo. Seconda prova, ottima partenza tra i primi, avversari sempre vicini alla prima bolina, questa volta il vento e’ un po’ diminuito e subiamo nella poppa, alla fine della seconda bolina si decide di dare gennaker e Betty boop “scivola” sugli 8 nodi. A circa un terzo del lato si sgancia il moschettone della mura e al volo viene deciso per l’ ammainata. Si porta a casa il risultato di non aver rischiato di saltare due regate e di aver terminato con onore questo Campionato al quarto posto da ultimi che eravamo con un recupero che e’ iniziato da gennaio dopo le modifiche alle vele (e comunque non e’ finita qui con le regolazioni ).

Come riportato dal Comitato: ”.. le regate disputate sono state ben dodici che hanno permesso una continua crescita di tutti gli equipaggi che si sono dati battaglia fino all’ultima giornata per migliorare la propria posizione in classifica generale. Grande sportività e correttezza in acqua per tutta la manifestazione, prova ne è che in tutto il campionato è stata discussa una sola protesta. Ma sopratutto grazie a tutti gli armatori ed equipaggi, la cui partecipazione sempre accompagnata da entusiasmo è il miglior premio a cui noi organizzatori possiamo aspirare…”

E da armatore veramente questa seconda parte di campionato compensa di tutti gli sforzi fatti per arrivare ad avere una barca competitiva. Naturalmente e’ stato un lavoro di team e ringrazio di cuore tutti  per i sacrifici personali.

Come ha detto qualcuno al pasta party: ” questo impegno aiuta a passare meglio l’ inverno!! ” , ed e’ vero, perche’ mi sembra ieri il 31 ottobre quando abbiamo iniziato e gia’ le giornate che si allungano mi fanno pensare al bel tempo e all’ estate. Ciaooooooo !!

andreagio

Condividi:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • BarraPunto
  • MySpace
  • Reddit
  • Segnalo
  • Technorati
  • Wikio IT

Un commento a “Domenica 6 marzo, ultima giornata di questo 10^ Campionato invernale a Porto S.Stefano.”

  1. E anche questa è andata! ⛵️⛵️⛵️ Complimenti alla crew, sempre in crescita.